La Basilica di Notre-Dame di Montreal ha una incredibile aura multimediale


Pubblicato il 14/11/2017

21 proiettori, 140 luci, 4 laser e 20 specchi. Sono queste le «magie» utilizzate per dare un'anima alla Basilica di Notre-Dame di Montreal, in Canada. Una spettacolare installazione che con luci e suoni fa percepire agli spettatori la vera «Aura» della chiesa ottocentesca. 

 

NOEPEN

 

A progettare «Aura» è stato lo studio Moment Factory in stretta collaborazione con la Fabrique de la Paroisse Notre-Dame, l'ente che gestisce le attività della cattedrale. E a dare nuova luce al monumento, visitato ogni anno da oltre un milione di persone, è un complesso sistema di videomapping: le proiezioni ««su misura»» danno vita all'architettura neogotica della chiesa, che già di per se è tra le più esemplari al mondo.  

 

NOEPEN

 

Il soffitto è colorato di un cupo blu puntellato da stelle dorate, mentre il resto del santuario ha policromie di blu, azzurro, rosso, porpora, argento e oro. Colori che vengono ripresi anche dalle proiezioni, restituendo una maestosità amplificata della cattedrale. 

 

 

 

 

L'esperienza inizia con un viaggio luminoso che avvicina i visitatori alla basilica in una immersione progressiva di suoni e luci. Ma è nel cuore di Notre-Dame che si percepisce appieno l'aura, con uno spettacolo multimediale in tre atti, della durata di trenta minuti. 

 

NOEPEN

 

Insomma, il patrimonio storico di questa incredibile architettura che porta la firma di James O'Donnell viene valorizzato attraverso le nuove tecnologie senza dimenticare il contesto sacro in cui si trova, utilizzando come elemento centrale la luce, universalmente riconosciuto come il simbolo della spiritualità. 

 

NOEPEN

 

 

 

 

 

*****AVVISO AI LETTORI*************
Segui le news di La Stampa Viaggi su Facebook (clicca qui)
*********************************

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno

i più letti
ticketcrociere